di gymnasium

Milano In the Cage 4

Milano in The Cage
Fabio vince per ghigliottina entro il primo minuto del primo round .
Nulla da dire , se non …onore all’avversario .
Due cose vorrei esprimere in questo articolo.
Prima cosa :
OBBIETTIVI.
Fabio circa un anno e mezzo fa’ mi contatto’ per allenarsi privatamente, e in uno dei primi appuntamenti mi disse che VOLEVA combattere agli Italiani , alla Resa dei Conti e al Milano In The Cage, era il suo sogno.
Questo suo Volere, solo grazie al sacrificio e alla dedizione si è potuto realizzare … e non ha soltanto partecipato ai tre eventi che sognava … Ma li ha anche vinti tutte e tre … Per non dimenticare anche la vittoria dell europeo di Shoot Boxe a Giugno.
Che dire ? I sogni si realizzano solo se alla base ci sono dei solidi obbiettivi .
Secondo discorso :
VIRILITÀ.
Nel mondo delle MMA siamo tutti brutti, cattivi, rasati e tatuati.
In questi due giorni, tra conferenza stampa e gala’ ho visto una sorta di gara a chi faceva la faccia più cattiva ..atleti che nel massimo disprezzo della sportiva hanno dimostrato tutto il contrario di una deontologia in cui credo..senza parlare di simboli politici a non finire..che con lo sport non hanno veramente nulla a vedere.
Fabio , e’ stato l’ unico a fare un inchino e a stringere la mano dopo il peso al suo avversario..Fabio uscito dalla gabbia ieri, per la gioia e per il calo di tensione, ha pianto come un bambino sulla mia spalla..coinvolgendo anche me in un mix di lacrime e risata isterica .
Che dire ..
L’ UOMO più virile e più corretto che ho visto in questi due giorni, e’ stato un uomo che ha avuto i coglioni di piangere davanti ad un palazzetto, un uomo che combatte perché ama questo sport. Punto…senza niente niente altro da aggiungere .

Grande Fabio … grazie

Omar Vergallo